• Pratica snella ed erogazione rapida. Tassi fissi agevolati e verificati dall’INPS. Prestiti anche a protestati. Nessuna motivazione richiesta, assicurazione compresa

DOMANDE E RISPOSTE

DOMANDE E RISPOSTE

DOMANDE E RISPOSTE

DOMANDE E RISPOSTE

Cessione del Quinto

L’assistenza al credito è un servizio di primaria necessità per tutti coloro i quali hanno bisogno di una mano per soddisfare un’esigenza, realizzare sogni o anche solo per la vita di tutti i giorni. Chiedere un prestito con cessione del quinto è facile e veloce: dopo aver fornito i documenti necessari per l’avvio della pratica al professionista, la risposta si può avere anche nel corso di 24/ 48 ore.
La cessione del quinto si configura come un servizio finanziario sempre più utilizzato da tutti coloro i quali vogliono avere una maggiore disponibilità di contanti senza chiedere alcun finanziamento. Difatti, la quota prestata dall’agenzia verrà detratta mediante la quinta parte dello stipendio che verrà automaticamente e senza ulteriori disturbi per il Cliente accreditata all’agenzia. Tutto questo permette di disporre rapidamente ed in un’unica soluzione dei “propri soldi” e non di quelli di qualcun’altro.
Si, la cessione del quinto conviene. Ci sono tanti motivi che portano a sostenere che la cessione del quinto sia una soluzione migliore di tante altre. La pratica è rapida e non vi sono particolari disposizioni da rispettare. Sono sì necessarie delle condizioni, senza le quali non si potrebbe ottenere la somma richiesta, ma sarà premura del consulente al quale vi affiderete risolvere al meglio la pratica. Per questo è importante affidarsi a validi consulenti, solo così la risposta alla vostra richiesta non potrà che essere affermativa e conveniente.
Praticamente tutti. Ad oggi Fi.Ni.Italia srl garantisce la possibilità di avviare una pratica per cessione del quinto a tutti. Lo può fare grazie alla validità del prodotto ed alla bravura dei consulenti ai quali vi affiderete: grazie a questi due fattori, la pratica di cessione del quinto può essere richiesta ed ottenuta (con percentuale maggiore dell’80%) da pensionati, lavoratori dipendenti, marina, esercito, ecc ecc.
Fi.Ni.Italia srl ha offre la garanzia del miglior prodotto disponibile sul mercato. In Puglia (Taranto, Brindisi, Lecce e relative provincie), Fi.Ni.Italia srl ha garantito ai suoi clienti le migliori condizioni per il loro prestito tenendo conto della loro categoria di appartenenza e requisiti. A titolo di gratuito è possibile richiedere un preventivo qui RICHIEDI PREVENTIVO

ESEMPIO CESSIONE DEL QUINTO PENSIONATO

PENSIONATO: ANNO NASCITA IMPORTO NETTO EROGATO RATA DURATA TAN TAEG
20/08/1948 20.918.32 euro 250 euro 120 MESI 6,47 % 7,93 %

ESEMPIO CESSIONE DEL QUINTO DIPENDENTE PUBBLICO

DIPENDENTE PUBBLICO IMPORTO NETTO EROGATO RATA DURATA TAN TAEG
nato il 20/08/1976 con 20 anni di servizio 23.101.40 250 euro 120 MESI 4,62 % 5,58 %
Fi.Ni.Italia srl opera nel Salento (Taranto, Brindisi, Lecce) garantendovi una consulenza appropriata e discreta. Ricerchiamo sempre la migliore soluzione a vantaggio del Cliente, Potete inoltre richiedere una consulenza gratuita anche inviando una mail al seguente indirizzo: info@finitaliasrl.it; telefonando al numero verde 800177833; o contattando in qualsiasi momento i nostri consulenti sui loro profili social che potrete trovare nella pagina LA NOSTRA AGENZIA
Non è richiesto alcun garante, le trattenute vengono poste in busta paga e la garanzia per quanto riguarda i dipendenti privati è legata al TFR maturato.
Dipendenti Privati: dipende dalla data di assunzione, dal TFR maturato e dallo stipendio mensile. Dipendenti pubblici e ministeriali: dipende dalla data di assunzione e dallo stipendio mensile Pensionati: dipende dalla data di nascita e dall’importo della pensione
Si parte da una durata minima di 2 anni, ad una durata massima di 10 anni.
Con la rata fissa e continuativa ogni mese per l’importo e la durata stabiliti.
È necessario far compilare al proprio medico di famiglia un documento medico chiamato RVM, in cui vengono specificate la/le patologie che hanno compromesso in parte lo stato di salute, sarà poi la compagnia assicurativa a valutare se accettare la richiesta di finanziamento.
Il dipendente deve estinguere tutto o parte del debito tramite il TFR accantonato in azienda o al fondo, se questo non dovesse essere sufficiente le trattenute vengono effettuate nella nuova azienda fino a completamento dell’impegno.
Il DPR 180/50 prevede una doppia copertura assicurativa obbligatoria, rischio vita per il cliente e rischio impiego in carico alla società che eroga il prestito.
eve trascorrere il 40% della durata prevista inizialmente dal contratto se è stata fatta inizialmente una rateizazzione tra i 72 e i 120 mesi, mentre per le durate di 60 mesi o inferiori può essere rinnovata in qualunque momento a condizione che il nuovo finanziamento abbia durata decennale.
Si a differenza del prestito personale la cessione del Quinto non valuta il merito creditizio del richiedente, possono ottenere una cessione del Quinto protestati, segnalati e cattivi pagatori.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

I commenti sono chiusi